11.9 C
Portogruaro
mercoledì , 28 Settembre 2022

A Caorle il Campionato italiano di Freccette

15.09.2022 – 09.47 – La città di Caorle continua ad attrarre importanti manifestazioni sportive: questo fine settimana si disputerà il Campionato italiano di Freccette. Sono tanti gli appassionati di questo sport poco conosciuto ma assai vivace. La Fidart, (Freccette Italia Dart), associazione sportiva dilettantistica costituita nel 1994 che gestisce per conto della D.S.A. FIGeST (Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali) lo sport delle freccette (Soft-Steel Dart), organizza a Caorle il Campionato italiano di Freccette, in Singolo e Doppio, e la Finale della Coppia Italia a squadre. Le competizioni si disputeranno nel Palaexpomar di Caorle (in via Aldo Moro) da venerdì 16 a domenica 18 settembre. Per l’evento arriveranno a Caorle centinaia di atleti da tutto lo Stivale. La finale si disputerà infatti nelle 4 categorie maschili e 4 categorie femminili. Nell’ultima giornata di gare si terrà inoltre la finale del Campionato italiano under 16 con l’obiettivo di selezionare i migliori giocatori per andare a sostituire gli atleti della nazionale italiana under 16 (nati dopo il 30 giugno 2005). Il titolo che verrà assegnato domenica pomeriggio sarà infatti valevole per entrare di diritto nella nazionale italiana Juniores.

 

Ad un anno di distanza Caorle torna ad ospitare questa importante competizione. Come l’anno scorso ci si attende un weekend da tutto esaurito con gli oltre 500 atleti in gara provenienti da tutta la Penisola. Caorle ospita ormai da molti anni le competizioni, nazionali ma anche europee, della Freccette con grande soddisfazione. “Proseguiamo con i grandi eventi sportivi nella nostra Caorle – spiega l’assessore allo Sport ed al Turismo Mattia Munerotto – La collaborazione con Fidart è ormai da tempo consolidata e siamo lieti di ospitare ancora una volta un appuntamento così importante a livello nazionale. La presenza a Caorle del movimento italiano delle freccette è importante anche in chiave turistica perchè ci dà lustro e permette di proseguire la stagione, grazie all’arrivo di atleti, famigliari e staff”.

[c.s.t.]

Ultime notizie

Dello stesso autore