16.2 C
Portogruaro
domenica , 26 Maggio 2024

Pagare per visitare Venezia? Tutte le novità sul contributo d’accesso

10.09.2023 – 9:00 – Venezia, una delle città più affascinanti e iconiche al mondo, sta per adottare una nuova politica di accesso. L’idea di un “numero chiuso” o di limitare il flusso di visitatori è stata discussa a lungo. Le prossime settimane vedranno il Comune di Venezia stabilire il calendario dei giorni in cui verrà introdotto il contributo d’accesso. In totale, saranno circa una trentina di giorni all’anno. L’inaugurazione di questa nuova politica è prevista tra Pasqua e il 25 aprile 2024. Una domanda frequente è se sarà necessario prenotare l’ingresso a Venezia al di fuori dei giorni in cui è previsto il pagamento di un ticket. La risposta, stando agli ultimi aggiornamenti, è no. Non ci sarà l’obbligo per chi arriverà in città in date diverse da quelle stabilite dal Comune per il contributo d’accesso. Si tratta infatti di un ticket di 5 euro. Dopo il primo anno di sperimentazione, il Comune deciderà se confermare o no la tariffa, in base ai giorni di maggior afflusso turistico.

Esenti da questo pagamento saranno i giovani visitatori di età inferiore ai 14 anni, i residenti nel Comune di Venezia, coloro che lavorano in città, tutti gli studenti che frequentano scuole o università con sede nel centro storico o nelle isole minori di Venezia, chiunque si rechi in città per perché bisognoso di cure mediche. Insieme a queste categorie anche atleti e spettatori che partecipano o assistono a competizioni sportive, le forze dell’ordine in servizio, i parenti dei residenti e inoltre anche i residenti nella regione Veneto.

Questa decisione, che quindi colpirà i visitatori giornalieri, discussa da ben 4 anni, è stata presa per gestire meglio il turismo e preservare la bellezza unica della città. Tuttavia, le esenzioni sono state progettate per garantire che i residenti e le altre divisioni sopra elencate non siano gravati da questo costo.

[c.v.]

Ultime notizie

Dello stesso autore