12.3 C
Portogruaro
domenica , 27 Novembre 2022

Gli scogli di Caorle fanno scuola in Toscana

16.03.2022 – 18.35 – Pisa: la consigliera comunale Annalisa Cammellini ha depositato una mozione intitolata “La vita nascosta delle pietre”, affinché si realizzino opere d’arte lungo le scogliere di Marina di Pisa, sull’esempio di quanto fatto a Caorle.
“Ho chiesto fortemente di essere la prima firmataria di questo atto – ha commentato Cammellini -, che verrà discusso nei prossimi consigli, che ritengo uno strumento che può rendere, ancor di più affascinante, il nostro lungomare di Marina di Pisa. La mozione è nata da un’idea condivisa con il consigliere Alessandro Bargagna che fin da subito ha posto attenzione in questa possibilità; abbiamo scritto questa mozione condivisa con tutti i consiglieri della maggioranza, un vero e proprio lavoro di squadra dove ognuno ha voluto dare il proprio contributo”.
E così Caorle diventa protagonista in Toscana come modello di buone prassi a cui ispirarsi per un progetto di valorizzazione e riposizionamento delle scogliere di Marina di Pisa, un bene trascurato che può trarre vantaggio anche da importanti echi dal passato come i richiami al poeta Gabriele D’Annunzio che aveva fatto di Marina di Pisa e di Pisa uno dei punti centrali della sua arte. La defini ora Eden, ora scrigno d’arte, o ancora la dorata in opere indimenticabili come Elettra, Alcyone, Il notturno, il Forse che sì forse che no. Durante i suoi soggiorni pisani il poeta risiedeva infatti nella Villa Peratoner, ribattezzata da lui Villa delle Tempeste, situata vicino alla foce del fiume Arno.
“Con Bargagna abbiamo studiato tanto la realtà di Caorle e il loro premio “scogliera viva” – ha concluso Cammellini -, da molti considerata come una delle più belle passeggiate dell’Alto Adriatico, la Scogliera Scolpita di Caorle è un piccolo capolavoro artistico a cielo aperto per questo con questa mozione chiediamo al Sindaco Michele Conti e alla Giunta la possibilità di valutare se può essere realizzata anche sul nostro litorale. Siamo convinti che La scogliera potrebbe diventare un simbolo e meta prediletta di tanti turisti che approdano nel paese appositamente per ammirare tali spettacoli che lasciano veramente senza fiato. Così oltre ad avere una funzione pratica, poiché gli scogli servono a riparare la strada dalle onde del mare, la scogliera scolpita potrebbe diventare un’opera d’arte en plein air a tutti gli effetti; un atto per valorizzare sia dal punto di vista artistico che turistico il nostro già meraviglioso litorale. Infine vogliamo ringraziare Confcommercio e Confesercenti per aver letto e dato parere positivo a questa bella possibilità per il Litorale”.

[g.m]

Ultime notizie

Dello stesso autore