30.3 C
Portogruaro
venerdì , 21 Giugno 2024

Ulss 4 e Università di Trieste per formare gli interpreti di “Vacanze in Salute”

23.10.2023 – 15.11 – La collaborazione tra Azienda Ulss 4 e Università degli Studi di Trieste era iniziata dal 2018 con la capillare diffusione, in ambito universitario, delle procedure di reclutamento di interpreti da impiegare nell’ambito del programma “Vacanze in Salute” per l’attivazione o il potenziamento dei servizi estivi.
“Il successo di questa iniziativa, che ha portato ogni anno all’assunzione di diversi laureati provenienti dall’Università di Trieste – spiega il direttore generale Mauro Filippi – ci ha spinti a fare un ulteriore salto di qualità che rappresenta una novità assoluta nei rapporti e nella sinergia tra istituzioni sanitarie pubbliche ed alta formazione universitaria: la realizzazione di un corso di specializzazione di lingua tedesca in terminologia medica rivolto agli studenti iscritti alla laurea magistrale in Traduzione Specialistica e Interpretazione di Conferenza”.

Una delegazione dell’Ulss 4 in questi giorni ha partecipato ai lavori di avvio del corso che rappresenta per l’Università di Trieste un ulteriore ampliamento della propria offerta formativa. Il corso tenuto dalla professoressa Sieglinde Kofler, docente madrelingua, è facoltativo, integra il curriculum obbligatorio previsto dal programma universitario e ha una durata di 40 ore sviluppate in quattro mesi. La novità ha registrato subito il “sold-out” dato che a poche ore dall’apertura delle iscrizioni sono esauriti i 20 posti disponibili.

“Questo dimostra – osserva il dg della Ulss 4 – come il settore sanitario esprima un fortissimo potenziale di opportunità per giovani che, con il supporto fondamentale dell’università, stanno investendo sul loro futuro professionale”.

L’obiettivo è dunque fornire competenze linguistiche specifiche in ambito sanitario per formare personale interprete capace di supportare al meglio i sanitari in fase di accettazione e durante il percorso clinico-assistenziale del paziente straniero, nei Pronto Soccorso e Punti di Primo Intervento, durante la stagione estiva. La corretta comunicazione tra medico e paziente di lingua straniera è sinonimo di “sicurezza delle cure” oltre che rappresentare per il turista un valore aggiunto nel percorso di cura.

Un ringraziamento particolare al professor José Francisco Medina Montero, ordinario di lingua Spagnola, nonché direttore del centro linguistico di ateneo e referente per l’orientamento agli studenti dell’Università di Trieste, che con i propri collaboratori ha condiviso da subito gli obiettivi e i contenuti di questo progetto, consentendone la realizzazione.

Ultime notizie

Dello stesso autore