31.6 C
Portogruaro
lunedì , 22 Luglio 2024

Ulss4: rinnovo dei tre ospedali e nuove case di comunità

10.03.2024 – 09.15 – Nuovo biennio e nuovi progetti per l’Ulss4 con il rinnovo dei tre ospedali e la realizzazione di nuove case di comunità. Dopo la conferma alla guida per il biennio 2024-2025 del direttore generale Mauro Filippi, quest’ultimo ha già tracciato le basi per alcuni grandi e importanti lavori che coinvolgeranno la sanità del territorio del Veneto Orientale. Con oltre 131 milioni di euro di investimenti, finanziati in gran parte dal PNRR, i progetti di rinnovo riguarderanno l’Ospedale “Città del Piave” di San Donà, l’Ospedale “San Tommaso dei Battuti” di Portogruaro e l’Ospedale di Jesolo. A questi si aggiungeranno le case di comunità, che rappresenteranno un nuovo modello di presa in carico sanitario e sociosanitario. Grazie a queste strutture, la popolazione del territorio potrà avere una risposta ai propri bisogni di assistenza primaria 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Le equipe che vi opereranno faranno della multidisciplinarità il loro punto di forza, offrendo al paziente una presa in carico globale. Le case di comunità saranno collocate in diversi punti centrali del territorio: Caorle, Jesolo, Portogruaro, Cavallino Treporti, San Donà di Piave e San Michele al Tagliamento. In queste ultime tre località i lavori sono già in corso.

Per quanto riguarda i lavori di rinnovo degli ospedali dell’Ulss4, l’Ospedale “Città del Piave” sarà riqualificato in tre fasi di interventi che coinvolgono, in primis, la realizzazione di un nuovo edificio nell’area a ridosso dell’elisuperficie, il quale sarà adibito all’accoglienza su vari livelli delle degenze ospedaliere, in seguito ci sarà la ristrutturazione e l’ampliamento del pronto soccorso e, infine, l’ultima fase d’intervento prevede l’abbattimento delle ali laterali e la ristrutturazione del blocco centrale, parte storica dell’ospedale.
L’Ospedale “San Tommaso dei Battuti” di Portogruaro vedrà in gioco interventi volti alla generale ricomposizione volumetrica. Innanzitutto sarà realizzato un nuovo edificio che ospiterà l’area poliambulatoriale e ai piani superiori accoglierà il reparto delle degenze. In seguito, sarà messo a punto l’ampliamento del pronto soccorso e la realizzazione di un nuovo ingresso, oltre che la demolizione dell’ala est e l’ampliamento dell’edificio delle degenze. A questi lavori si aggiungeranno, infine, la ristrutturazione del corpo centrale e la demolizione di una parte dell’ala ovest.
L’ultimo ospedale del progetto di rinnovo è l’Ospedale di Jesolo, i cui interventi mireranno al raddoppio del poliambulatorio nell’ex colonia e all’ampliamento della radiologia. Inoltre, verrà realizzata una nuova Unità Riabilitativa Territoriale e nella parte esterna saranno ricreate le terrazze elioterapiche. A ciò si aggiungerà la creazione di un parco terapeutico con percorsi nel verde e la realizzazione di una nuova dialisi negli ex magazzini sul fronte spiaggia, oltre che una ristrutturazione delle aree di degenza riabilitativa.
[o.m]

Ultime notizie

Dello stesso autore