18.3 C
Portogruaro
giovedì , 30 Maggio 2024

Al VeGAL il premio per la Mobilità sostenibile 2024

18.04.2024 – 22:25 – VeGAL vince il premio per la Mobilità sostenibile 2024 con il Masterplan della Venezia Orientale. Il riconoscimento è stato consegnato a Trieste, giovedì 11 aprile 2024, in occasione della seconda edizione del “Premio per la Sostenibilità”, iniziativa promossa dal GECT Euregio Senza Confini e rivolta a enti pubblici ed enti di diritto pubblico delle Regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia e Carinzia, promotori di progetti che avessero favorito il raggiungimento degli obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030.
La cerimonia di consegna dei premi si è tenuta nel Salone di Rappresentanza della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, a Trieste, ed è stata inaugurata dai saluti istituzionali di Peter Kaiser (Presidente del Land Carinzia), Massimiliano Fedriga (Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia) e Federico Caner (Assessore a Fondi UE, turismo, agricoltura, commercio estero della Regione Veneto). A ritirare il premio per VeGAL, il Presidente Filippo Tonero, eletto lo scorso luglio dall’Assemblea dei soci.  

Il progetto di VeGAL premiato, il “Masterplan della mobilità sostenibile della Venezia Orientale”, è uno strumento di pianificazione e gestione di un sistema integrato e sostenibile di mobilità dell’area del Veneto Orientale, realizzato in due fasi, dal 2019 al 2020, su incarico del Comune di San Donà di Piave con il supporto finanziario della LR n. 16/1993 della Regione del Veneto. L’obiettivo generale del Masterplan è stato quello di favorire una nuova mobilità con spostamenti intelligenti e con risultati climatici e ambientali stimati in una riduzione di 340.000 km/anno di percorsi in auto, una riduzione di 27.200 litri di carburante, di 55 tonnellate di CO2, di 167 di CO, 144 di Nox e 10 kg di PM10. Nella realizzazione del Masterplan è stato innovativo l’approccio sviluppato a livello di integrazione di diversi progetti, da quelli sovralocali fino a quelli interregionali, che hanno tenuto conto anche degli oltre 200 punti di interesse mappati sul territorio (ville venete, mulini, manufatti della bonifica, edifici rurali, borghi e centri storici, edifici religiosi, manufatti di vita collettiva, punti di interesse legati alla ruralità – PSL FEASR 2007/13 e 2014/22 – e alla friulanità – Interreg Italia-Slovenia 2014/20 “Primis”) e, infine, che hanno permesso anche l’inserimento del sistema di itinerari nell’ecomuseo “Aquae” (riconosciuto dalla Regione Veneto nel 2021).

Nove in totale i vincitori del premio, tre per ogni Regione appartenente al GECT Euregio Senza Confini: Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia. Oltre a VeGAL, sono stati premiati: Comune di Turriaco, Aries (Camera di Commercio Venezia Giulia Trieste Gorizia), Comune di Pordenone, Università Ca’ Foscari, ARPAV (Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto), NLW Tourismus Marketing GmbH (agenzia di marketing turistico), Biosphärenpark Kärntner Nockberge (parco della biosfera della Carinzia- Nockberge) e Region Villach Tourismus GmbH (ente turistico).
VeGAL è stata inoltre identificata, assieme agli altri premiati, come “Ambasciatore della sostenibilità”, rafforzando e ampliando così una rete transfrontaliera che si è instaurata grazie alla prima edizione del Premio.

I premi (€ 20.000,00 per ognuno dei nove vincitori) dunque dovranno essere utilizzati per rafforzare e capitalizzare le iniziative premiate e per aumentare la coesione nell’area del GECT Euregio Senza Confini nel segno della sostenibilità.

VeGAL utilizzerà le risorse per un aggiornamento del Masterplan, alla luce anche delle progettualità già avviate: la ciclabile a sbalzo lungo il Pordelio, la progettazione/realizzazione delle ciclabili di Pellestrina/Lido di Venezia, di Mestre-Tessera-Marcon-Quarto d’Altino, del terminal di Punta Sabbioni, della Ciclovia Trieste-Lignano-Venezia, della ciclabile dal treno al mare, delle connessioni urbane della Ciclovia Trieste-Lignano-Venezia/Green Tour verso Jesolo e delle progettualità di nuove ciclabili previste a cura del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale.

[c.s]

Ultime notizie

Dello stesso autore