31.5 C
Portogruaro
mercoledì , 17 Agosto 2022

Foglia d’oro: l’ultimo artigiano a Venezia

15.02.2022 – 12.41 – A Venezia vive e lavora l’ultimo artigiano in tutta Europa che si occupa della lavorazione della foglia d’oro.
Appositamente lavorato e ridotto in fogli di spessore di pochi micron, trova applicazione principalmente nel campo dell’arte e del design.
Alcuni famosi esempi a Venezia sono la palla della Punta della Dogana e dell’Angelo del Campanile di San Marco.
Esistono però molti altri utilizzi della foglia d’oro. Marino, l’ultimo artigiano in Europa, ha pensato di estendere il suo utilizzo nel campo della cosmesi e in ambito gastronomico. Si rifà ad una tradizione antica, infatti si trova traccia sin dall’antichità dell’utilizzo di questo raro materiale come decorazione alimentare.
Per mezzo dei passi avanti della tecnologia e grazie a standard produttivi molto severi, la foglia d’oro ha ottenuto, oltre alla certificazione di decorazione, anche quella alimentare commestibile.
La cosmesi soprattutto trae vantaggio dalla foglia d’oro in ambito antiage, come dimostrato da diverse ricerche scientifiche. In questi trattamenti la foglia d’oro viene applicata direttamente sulla pelle e per mezzo di speciali vettori, con un messaggio manuale penetra in profondità riducendo sensibilmente la profondità delle rughe.
Recentemente una struttura ricettiva ha deciso di proporre un’esperienza unica di scoperta di questa straordinaria forma di artigianato agli ospiti dei suoi appartamenti in campo Sant’Angelo, nel cuore di Venezia, che potranno visitare gratuitamente il laboratorio dove lavora l’ultimo artigiano della foglia d’oro e dove Marino e Sabrina racconteranno loro la storia della loro passione. Oltre a seguire il racconto della lavorazione, sarà possibile vivere un’altra esperienza unica: il laboratorio si trova infatti nella casa dove ha vissuto per 9 lustri il famoso pittore Tiziano Vecellio.

di Paolo Magrini

Ultime notizie

Dello stesso autore