22.5 C
Portogruaro
lunedì , 8 Agosto 2022

Oops! I did it again. Sesso e situazioni imbarazzanti

13.02.2022 – 13.30 – Imbarazzo durante il sesso. A chi non è mai capitato? Entrare in intimità con qualcuno, soprattutto se per la prima volta, non è mai semplice ed è assolutamente normale che si presentino situazioni di disagio durante, se non prima e dopo, il rapporto sessuale (e chi dice il contrario mente). Messe da parte quindi le false aspettative che presentano il sesso come un incrocio tra un video di Pornhub e un romanzo di Jane Austen, vediamo quali sono le cose più “imbarazzanti”, ma al contempo comuni, che vi potrebbero capitare a letto.
Partiamo da un grande classico: i peli. Premesso che non tutti si depilano e che nessuno è tenuto a farlo, una persona depilata, del tutto, solo in parte o per niente, può piacere così come non. Questione di gusti insomma. In realtà sulla riuscita dell’atto sessuale la presenza o meno di peli influisce davvero poco se non per niente, tranne in uno specifico caso: il sesso orale. Che si tratti di un uomo o di una donna, infatti, la presenza di peli nelle zone genitali magari non sarà un ostacolo insormontabile, ma per il partner impegnato lì sotto forse non sarà così piacevole fermarsi di volta in volta per togliere peli e pelucchi dalla bocca, così come voi probabilmente non troverete piacevoli le continue interruzioni in corso d’opera.
Un altro grande classico, questa volta di prerogativa tutta femminile, l’aria che esce (rumorosamente) dalla vagina. Sull’argomento va fatta un’importante premessa: l’aria che esce è semplicemente aria che è entrata durante la penetrazione, è del tutto normale così come il fatto che all’uscita possano esserci rumori strani. Non dovrebbe quindi né imbarazzare, né tantomeno sarebbe necessario evitarlo, proprio perché rientra nel normale funzionamento del corpo umano (se vi trovate davanti a un uomo o a una donna che si turbano per così poco, forse è il caso di passare a quello/a dopo senza nemmeno voltarsi indietro). Se siete però fermamente decise ad evitare si verifichi una situazione di questo tipo, magari perché la prima volta con una nuova persona, il trucco c’è. Molto, se non tutto, dipende infatti dalla posizione: quelle che più agevolano l’ingresso dell’aria sono quella a “gattoni” (a novanta per intenderci), soprattutto se vi è un passaggio repentino a questa posizione da una in cui siete distese; e quella in cui siete di schiena con le gambe sollevate sulle spalle dell’altro o messe in verticale. In ogni caso è bene sapere che rumori di questo genere si verificano soprattutto quando siete particolarmente lubrificate, cioè molto eccitate, quindi tenete presente che a farvene un cruccio ci rimettereste pure.
Non solo rumori ma anche voce. Ebbene sì, mettetevela via che, finché non avrete raggiunto una certa intimità con il partner, sorprese in questo campo potrebbero esserci. In fin dei conti ciascuno ha il suo “modo di fare”, come nella vita così anche a letto. Urla, versi, rantolii: come potrebbero eccitarvi, potrebbero anche farvi calare immediatamente l’ormone. Di questo emisfero fa parte anche il dirty talking: anche qui, la questione è molto soggettiva, può piacere o non piacere. Magari è una pratica che può mettere in soggezione le prime volte, sia per l’una che per l’altra parte, tuttavia, se fatta nelle modalità e soprattutto nei toni giusti, può rivelarsi un’ottima “aggiunta” per rendere il rapporto un po’ più “frizzante”. Il consiglio? Parlatene con l’altra persona, ovviamente.
Un altro grande classico, questa volta per gli uomini: fare flop. Capita, succede, non è la fine del mondo e non finirete in un girone dell’inferno dedicato per questo. Vale lo stesso consiglio dato poco fa alle donne: se vi trovate davanti a un uomo o a una donna che si turbano per così poco, forse è il caso di passare a quello/a dopo senza voltarvi indietro. Solitamente accade a causa dell’emozione, ma non solo, anche l’abuso di alcol e/o droghe potrebbero contribuire a situazioni di questo tipo. Quindi ricordate, è solo una questione mentale: cercate di liberare la testa da pensieri negativi e ansie da prestazione. Anche (e soprattutto) in questo caso rimane valido il consiglio di parlarne con il partner.
Passiamo quindi ai sapori e agli odori. Data per scontata l’igiene personale di ciascuno, tassello indispensabile in tema di rapporti sessuali, è bene sapere che i gusti e gli odori cambiano da persona a persona. Partendo dallo sperma, oltre che uscire in quantità diverse, cambia per consistenza e sapore da uomo a uomo. Medesimo discorso per la donna: il sapore della vagina può variare da persona a persona, da più salato a più dolce. In entrambi i casi molto dipende dallo stile di vita, cosa si mangia e cosa si beve (e se avete ingerito lo sperma di qualcuno che ha fatto serata alcolica sapete bene di cosa stiamo parlando). Un consiglio per rendere il “vostro gusto” più gradevole, addolcendolo e rendendolo più piacevole al palato? Mangiate dell’ananas (no, non è un falso mito, funziona).
Insomma, le occasioni di imbarazzo durante il sesso possono essere molteplici ed è bene esserne consapevoli, ma non certo per evitarle: proprio perché assolutamente naturali, infatti, si verificheranno comunque e va benissimo così. Al contrario, si tratta di situazioni che andrebbero “normalizzate” al pari di tutto ciò che riguarda la sfera della sessualità, ancora oggi ingiustamente soggetta a numerosi tabù e avvolta in un’aurea di ingiustificata “scandalosità”.
di Manuela Gallo 

Ultime notizie

Dello stesso autore