30.3 C
Portogruaro
mercoledì , 17 Agosto 2022

Partito il progetto “Venezia orientale: il bosco diffuso”

07.03.2022 – 21.50 – Con la firma del contratto che dà il via effettivo ai lavori di piantumazione e di risistemazione delle aree interessate parte il progetto “Venezia orientale: il bosco diffuso” presentato dai comuni di San Donà di Piave e di Concordia Sagittaria che si era classificato al primo posto sui 34 ammessi al finanziamento del Ministero dell’Ambiente.
Il progetto, che ha un valore di circa 485.000 euro, riguarda la riforestazione di 10,45 ettari totali, di cui 6,70 ricadenti nel territorio di San Donà di Piave ed i restanti nel territorio del Comune di Concordia Sagittaria e la costante manutenzione per i prossimi sette anni.
Le nuove zone di parco bosco verranno realizzate con l’inserimento di piante autoctone e arricchite di vialetti e varie infrastrutture leggere per renderle più fruibili ai visitatori e con percorsi inclusivi in un ottica di turismo accessibile, sfruttabili cioè anche da persone con mobilità limitata.
Ma il progetto intende anche rispondere a temi ambientali ed infatti uno degli obiettivi del progetto è anche quello di contribuire alla diminuzione dell’effetto isola di calore che colpisce le aree urbane.
L’assessore all’ambiente del Comune di San Donà di Piave Lorena Marin, che ha seguito da vicino il progetto in tutte le sue fasi, ha così dichiarato: “Un parco bosco rappresenta una tutela per la biodiversità – spiega l’assessore – ed è anche fondamentale per ridurre l’effetto delle “isole di calore” migliorando la qualità dell’aria. Un fattore cruciale per la nostra città, che per la sua posizione geografica viene costantemente monitorata per i livelli di inquinamento, insieme a tutto il bacino padano. Oltre a entrare a pieno titolo nelle attività del Paesc (il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima) questo progetto si armonizza perfettamente con le tante attività già svolte e quelle in corso proprio in materia di verde urbano, dove non conta solo la quantità di alberi e piante che si prevede di inserire, ma anche la loro qualità e la loro integrazione col tessuto urbano. Le scelte attuate da questa Amministrazione nell’ambito del verde sono sempre state nel segno della massima responsabilità, il che significa contemperare i diversi aspetti legati alla gestione e alla tutela del patrimonio arboreo”.

[g.m]

Ultime notizie

Dello stesso autore