6.6 C
Portogruaro
venerdì , 2 Dicembre 2022

Thomas Camerotto: due ori a dieci anni di distanza nel Taekwondo

09.10.2022 – 7.30 – Campione del mondo di Taekwon-do per la seconda volta a dieci anni esatti di distanza dal primo trionfo: è l’impresa del 39enne di Pramaggiore Thomas Camerotto. Si è conclusa ieri la ITF TKD World Cup 2022 che si è svolta a Capodistria in Slovenia. Il Veneto orientale ha festeggiato una medaglia d’oro con Thomas Camerotto, originario di Pramaggiore, trionfatore nella categoria 36-45 anni. Si tratta della sua seconda volta sul gradino più alto del podio: Camerotto aveva trionfato ai mondiali che si erano tenuti a Brighton, in Inghilterra, nel 2012. “Questa volta c’è tanta esperienza in più ma anche tanta fatica in più”, scherza il neo campione del mondo. Quando vinse la prima volta praticava il Taekwon-do da soli tre anni: poi non era più riuscito a partecipare anche per la lontananza delle sedi scelte per i campionati mondiali. “Quest’anno, dopo due rinvii causa Covid, è stato organizzato proprio alle porte di casa: non potevo mancare“, commenta Thomas Camerotto, “Anche se la mia presenza è stata in bilico fino all’ultimo in quanto a dicembre mi sono procurato una lesione dei legamenti del ginocchio che non è ancora completamente a posto”.

Taekwondo sportivo è il termine utilizzato per descrivere la branca del Taekwondo specializzata nella competizione, nel confronto agonistico e nella velocità di esecuzione. Il taekwondo sportivo a sua volta è suddiviso in due stili principali: uno deriva dal kukkiwon, la fonte del sistema di combattimento detto sihap gyeorugi che è ora parte del programma dei giochi olimpici e che è controllato dalla World Taekwondo (WT). L’altro proviene dalla International Taekwon-Do Federation (ITF).

Come si è avvicinato al Taekwon-do?

Sono sempre stato affascinato dalle arti marziali ma a Pramaggiore non c’era questa disciplina per cui da piccolo iniziai subito con il calcio, sport che ho praticato per quasi vent’anni. Poi un bel giorno, appese le scarpe al chiodo, ho cominciato a guardarmi intorno. Mi sono informato tantissimo mediante internet, le arti marziali sembravano proprio adatte a me. 

Veneziaorientale.news Thomas Camerotto e Giovanni Cecconato
Thomas Camerotto insieme al suo Master Giovanni Cecconato

Come ha cominciato tale pratica sportiva?

Nelle mie ricerche online mi sono imbattuto nella palestra di Taekwon-do di Gorgo al Monticano di Giovanni Cecconato che è il mio Master. Lì ho iniziato e non ho più smesso: avevo proprio trovato l’arte marziale che faceva per me. Dopo il lavoro mi alleno due volte a settimana per un’ora e mezza. Naturalmente in periodo di competizioni gli allenamenti aumentano arrivando fino a quatto a settimana.

Perchè consiglierebbe il Taekwondo ad un bambino?

Innanzitutto sottolineo che è uno sport anche femminile. I motivi per avvinare i bambini a questo sport sono una miriade. Il primo che mi viene in mente è che insegna la disciplina, importantissima oggi che le famiglie fanno sempre più fatica ad insegnare alle nuove generazioni. Un secondo motivo è che insegna a stare in gruppo, insieme agli altri. Il Taekwondo non è solo un divertimento, come è giusto che anche sia, ma insegna uno stile di vita sano. 

Ultime notizie

Dello stesso autore