21.5 C
Portogruaro
martedì , 28 Maggio 2024

Il Veneto stanzia altri 3 mln di euro per i Giovani all’estero

13.10.2023 – 09.25 – In arrivo altri 3 milioni di euro, che si aggiungeranno ai già previsti 3 milioni, per sostenere l’iniziativa di ‘Move 2023 – Giovani all’estero per la certificazione linguistica’. Si tratta della possibilità, per gli studenti delle scuole secondarie, di vivere in prima persona un’esperienza formativa e decisamente arricchente all’estero, sia in un paese europeo che extra europeo. Quale miglior modo, infatti, per migliorare le proprie competenze linguistiche, ma anche le proprie capacità relazionali, vivendo e conoscendo culture diverse e realtà differenti, in un viaggio formativo che apre la mente e il cuore verso gli altri e alla scoperta degli altri.
L’assessore regionale all’istruzione, formazione e lavoro, Elena Donazzan, si esprime così a proposito di questa importantissima iniziativa: “Un’esperienza di studio all’estero è una carta vincente per qualsiasi giovane che voglia imparare, costruendo il proprio futuro a partire da quanto accade nel mondo. Per questo il bando ‘Move 2023 – Giovani all’estero per la certificazione linguistica’ ha riscosso un grande successo tra gli istituti superiori veneti tanto da aver ricevuto ben 169 progetti dal bando aperto la scorsa primavera. Inizialmente avevamo previsto 3 milioni di euro. Visto il riscontro abbiamo deciso di raddoppiare i fondi, portandoli a 6 milioni di euro, così potremo finanziare il doppio di progetti presentati dalle nostre scuole secondarie”.

Dunque sono previsti altri 3 milioni di euro, delle risorse integrative che andranno a sommarsi ai già stanziati 3 milioni per meglio favorire uno dei progetti più stimolanti per i giovani studenti. L’iniziativa, inserita nell’ambito del Programma Regionale Veneto per il sostegno del Fondo Sociale Europeo Plus per il ciclo di programmazione 2021-2027- Priorità 2, Obiettivo specifico f, ha riscontrato l’entusiasmo delle scuole e degli alunni, che hanno colto il potenziale e il valore di progetti come questo. Oltre al viaggio formativo all’estero, i giovani studenti hanno la possibilità anche di partecipare a corsi di lingua, con l’ottenimento di una certificazione finale, nonché a corsi di formazione riguardanti specifici temi. Inoltre, è sempre aperta anche l’opportunità di vivere inseriti in famiglie del luogo, avvicinandosi alla vera vita e alle reali abitudini delle persone del nuovo contesto culturale. Un arricchimento, dunque, non solo a livello istruttivo, ma anche personale e sociale, grazie a un’iniziativa che stimola la crescita e la formazione individuale.

L’assessore Donazzan ha concluso poi così: “Considerando il notevole apprezzamento dimostrato dalle scuole, abbiamo proposto di destinare ulteriori risorse, pari a 3 milioni di euro, al fine di favorire una più ampia realizzazione dell’iniziativa sul territorio, incrementando il numero dei potenziali destinatari e conseguentemente la conoscenza delle lingue straniere da parte dei giovani. Conoscere una lingua straniera rappresenta un valore aggiunto al fine di assicurare un sempre più pieno esercizio dei diritti di cittadinanza ed un inserimento nel mondo del lavoro più rapido ed efficace. Per tutti questi motivi abbiamo scelto di aumentare lo stanziamento complessivo della spesa portandolo a 6 milioni di euro”.
[o.m]

Ultime notizie

Dello stesso autore