21.9 C
Portogruaro
lunedì , 24 Giugno 2024

Commemorazione del Maresciallo Savino Sinisi, ‘Vittima del Dovere’

09.01.2024 – 10.20 – La Questura di Venezia ricorda oggi, 9 gennaio, la scomparsa del Maresciallo del disciolto Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza Savino Sinisi. “Vittima del Dovere”, il Maresciallo Sinisi è deceduto il 9 gennaio del 1980 e oggi, a 44 anni dalla sua tragica morte, alle ore 10.00 presso la chiesa di S. Giacomo di Rialto, si è svolta la commemorazione attraverso la celebrazione di una Santa Messa.
Il Maresciallo di 1^ Classe delle Guardie di Pubblica Sicurezza, Savino Sinisi, era nato ad Andria (BA) il 23 luglio del 1924. Si era arruolato nel Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza il 3 maggio del 1946, dopo aver svolto il servizio militare nell’Esercito. In servizio al 1^ Distretto di Polizia della Questura di Venezia, attualmente Commissariato di P.S. di San Marco, il Maresciallo Sinisi è morto dopo essere stato colpito con un corpo contundente scagliato da un folle, nella triste giornata del 9 gennaio 1980. A ucciderlo è stato un uomo di 79 anni, definito dalle cronache del tempo come individuo dotato di “forza erculea”.

L’assassino del Maresciallo Sinisi aveva già scontato trent’anni di carcere per un terribile delitto, infatti, nel 1947 aveva ucciso una donna a scopo di rapina, sezionandone il corpo e gettandone in laguna i resti rinchiusi in una valigia dalla propria gondola. Una volta arrestato dalla Polizia, l’omicida era rimasto in manicomio criminale fino al 1972, venendo successivamente sottoposto alla misura della sorveglianza speciale. Recandosi quotidianamente presso il 1° Distretto di P.S. per la firma dell’apposito registro, tenuto appunto dal Maresciallo Savino Sinisi, Comandante della Squadra di Polizia Giudiziaria, l’omicida si era erroneamente convinto che il Sottufficiale fosse uno degli agenti che lo trassero in arresto nel 1947 e, mosso da un ossessivo desiderio di vedetta, aveva deciso di assassinarlo. Un delitto che ha tolto la vita al Maresciallo Sinisi e che ha lacerato irrimediabilmente la sua famiglia. Infatti, quel terribile giorno del 9 gennaio 1980, il Maresciallo Savino Sinisi non ha più fatto ritorno dalla moglie e dai suoi due figli.
[o.m][c.s]

Ultime notizie

Dello stesso autore