9.8 C
Portogruaro
giovedì , 18 Aprile 2024

Caorle: Duna Verde torna a risplendere grazie ai volontari di Plastic Free

22.02.2024 – 09.20 – La domenica appena trascorsa è stata una all’insegna dell’ecologia con l’iniziativa promossa da Plastic Free nel territorio del Comune di Caorle. Questo 18 febbraio, infatti, ben 42 volontari si sono lasciati guidare dalla referente Plastic Free Caorle, la dottoressa Irene Zambusi, e si sono messi in gioco e al lavoro per raccogliere rifiuti abbandonati nell’aree del lungomare e dell’accesso alla spiaggia di Duna Verde. La giornata ecologica è stata una estremamente produttiva, arrivando in un ora a raccogliere oltre 600 chili di rifiuti in platica, vetro e alluminio. Oltre a questi, i volontari si sono trovati di fronte anche vecchi mobili e altri materiali inerti tra cui reti da cantiere, pneumatici e wc. Purtroppo, se il quadro non fosse già abbastanza critico, a peggiorare la situazione è stato anche il ritrovamento di pericolosi rifiuti in amianto. Questi rifiuti speciali hanno necessitato, per lo smaltimento, dell’intervento di una ditta specializzata la quale è stata contattata da Veritas che, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Caorle, ha sostenuto l’attività di “clean up”.

L’Assessore all’Ecologia del Comune di Caorle, Giampietro Berardo, ha desiderato esprimere la sua gratitudine nei confronti del lavoro svolto dalla dottoressa Irene Zambusi e dai volontari che domenica 18 febbraio hanno trascorso la loro giornata ridando vita e dignità all’ambiente e al territorio: “Complimenti alla dottoressa Irene Zambusi ed ai volontari per aver ancora una volta operato per la difesa dell’ambiente nel nostro territorio. La presenza di rifiuti pericolosi è un segnale al quale l’Amministrazione Comunale di Caorle intende rispondere con la massima vigilanza. Si cercherà, compatibilmente con le forze disponibili, di prevenire e reprimere gli abbandoni indiscriminati di rifiuti“.

Alle parole dell’Assessore all’Ecologia del Comune di Caorle si sono aggiunte quelle della dottoressa Irene Zambusi: “Voglio ringraziare Veritas e il Comune di Caorle per il supporto fornito e soprattutto i tanti volontari, di Caorle e non solo, che hanno collaborato a questa iniziativa. Altre seguiranno nei prossimi mesi e ci auguriamo che queste attività possano essere un segnale per gli incivili che ancora si macchiano di condotte quali l’abbandono di rifiuti che sono pericolose per l’incolumità di tutti”.
[o.m]

Ultime notizie

Dello stesso autore