26.6 C
Portogruaro
lunedì , 22 Luglio 2024

Inaugurati i sottopassi di Portogruaro. Zaia: ‘servizio più efficiente e sicuro’

16.03.2024 – 09.30 – Giovedì 14 marzo sono stati ufficialmente inaugurati i due nuovi sottopassi ferroviari di Portogruaro. Dopo un lungo periodo di lavori, l’attesa dei cittadini della zona è finalmente giunta a termine con l’apertura dei sottopassi situati in via Noiare e in via Ronchi. All’inaugurazione è stato presente anche il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, che si è così espresso a proposito di questo importante intervento per il miglioramento dei collegamenti tra le frazioni e il Comune di Portogruaro: “Aprono oggi al traffico due nuovi sottopassi sulle linee ferroviarie Treviso-Portogruaro e Mestre-Trieste, per un investimento complessivo di 14,6 milioni di euro, di cui 8,1 milioni finanziati dalla Regione, 2,3 milioni dal Comune di Portogruaro e i restanti 4,2 milioni da Rete Ferroviaria Italiana. Grazie all’intervento andiamo a rendere più efficiente il servizio di trasporto su ferro, riqualificando, al tempo stesso, il tessuto viario urbano. Si tratta di opere attese dal territorio e realizzate grazie alla sinergia tra RFI e le amministrazioni locali”.

Sempre in occasione della cerimonia dell’inaugurazione dei nuovi sottopassi ferroviari di via Noiare e via Ronchi, sono stati presenti anche il Commissario Straordinario di Governo e Vicedirettore Generale Operation RFI, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane, Vincenzo Macello, e il Commissario straordinario prefettizio del Comune di Portogruaro, Iginio Olita.

Il Presidente della Regione ha, poi, spiegato meglio cosa comportino l’ultimazione di queste opere stradali e i vantaggi apportati alla popolazione: “Con gli interventi inaugurati oggi, e realizzati a cura di RFI, viene portato a termine il programma di soppressione di cinque passaggi a livello nel Comune di Portogruaro, tre dei quali lungo la linea Mestre-Trieste, sulle vie Noiare (km 57+138), Ronchi (km 60+473) e Villastorta (km 61+090), e due lungo la Treviso-Portogruaro, sulle vie Noiare (km 50+188) e Santa Elisabetta (km 49+565), quest’ultimo con la realizzazione di un cavalcaferrovia. Finalmente andiamo a porre fine ai disagi causati dai passaggi a livello qui come in varie parti del Veneto, risolvendo numerose criticità sia dal punto di vista viabilistico che della sicurezza e ambientale, garantendo una maggior efficienza del trasporto ferroviario”.
[o.m]

Ultime notizie

Dello stesso autore