35.5 C
Portogruaro
venerdì , 19 Luglio 2024

OFF#6 a San Donà: i paesaggi di Urs Bernhard e Giulio Speranza

05.02.2024 – 09.30 – Sabato 9 marzo, a partire dalle ore 17.30, lo Spazio Mostre “I. Battistella” di San Donà inaugurerà “Lo stupore del paesaggio”, la mostra fotografica di Urs Bernhard e Giulio Speranza, che rappresenta anche il terzo appuntamento del ciclo di mostre OFF#6. Lo stesso giorno, dopo l’inaugurazione, a partire dalle ore 18.00 sarà possibile dialogare con gli autori in un momento di confronto e incontro condotto da Monica Mazzolini. La mostra “Lo stupore del paesaggio” vede protagonista la fotografia di grande formato, realizzata con banco ottico, e ha come soggetto il confronto tra il paesaggio montano della Majella e quello dell’isola di Öland in Svezia. In particolare, il fotografo Urs Bernhard presenta 24 fotografie dal progetto “L’isola felice”, mentre Giulio Speranza espone 20 fotografie dal progetto “Majella Madre”.

Urs Bernhard, fotografo, giornalista e regista nato nel 1949 a Winterthur in Svizzera, si è laureato a Zurigo in Filosofia e Storia dell’arte e ha lavorato come regista e scenografo per il teatro, prima di sperimentare la vita da giornalista per alcuni anni presso la Televisione Svizzera. Dopo una formazione alla BBC di Londra, Urs Bernhard ha iniziato a lavorare a documentari e film di finzione, insegnando contemporaneamente Comunicazione visiva all’Istituto Europeao di Design (IED) di Milano. In qualità di fotografo ha già pubblicato quattro libri e attualmente vive sull’isola di Öland, protagonista di questa mostra. A proposito della sua fotografia, Urs Bernhard sostiene: “Non si può fotografare la felicità! Che assurdità! Io sostengo che si può, o almeno si può provare. Forse non la felicità mondiale. Ma posso fotografare la mia felicità. Posso catturare in una foto ciò che mi rende felice, ciò che mi rende gioioso, ciò che mi dà quella calda sensazione di essere qui, ora, in questo luogo che mi presenta proprio questa vista che vale la pena catturare”.

Giulio Speranza è un fotografo professionista e Dottore di Ricerca in Scienze Geologiche nato a Roma nel 1980. La sua principale occupazione riguarda la fotografia paesaggistica di montagna, che realizza attraverso l’utilizzo di sistemi analogici di grande formato su pellicole bianconero. I suoi lavori godono di grande successo, essendo pubblicati anche sui siti ufficiali di Linhof e Sinar. Giulio Speranza è anche partner di JOBO Artisan e tester ufficiale delle fotocamere StenopeiKa e tiene regolarmente corsi di fotografia grande formato e tecnica di uso delle fotocamere a corpi mobili, oltre che organizzare workshop fotografici e fototrekking in Italia e all’estero. Vincitore del Premio Di Venanzio 2023, Giulio Speranza ha pubblicato nel 2020 il libro fotografico “Gran Sasso d’Italia” e nel 2023 “Majella Madre”, progetto dal quale sono tratti i lavori esposti alla mostra “Lo stupore del paesaggio” di San Donà. Proprio riguardo questo soggetto, il fotografo si è così espresso: “All’uomo che sa ascoltarla, la Majella dice tante cose, una litania che mi ha irretito immediatamente richiamandomi progressivamente tra le pieghe sempre più profonde della sua essenza. Dall’onirico altopiano sommitale alle ombre scure delle gole e dei profondissimi valloni, mi sono pian piano lasciato trascinare nel suo abbraccio”.
[o.m]

Ultime notizie

Dello stesso autore