32.2 C
Portogruaro
mercoledì , 17 Luglio 2024

Sinergia tra imprese private e Istituzioni pubbliche nella lotta alle truffe

25.03.2024 – 19.10 – Venerdì 22 marzo è stata presentata la nuova campagna “Insieme, contro le truffe” promossa da Aspiag Service Despar in collaborazione con la Polizia di Stato e l’associazione ANACI (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali ed Immobiliari), che propone un progetto di prevenzione e contrasto delle truffe agli anziani. La promozione della campagna “Insieme, contro le truffe” avverrà tramite la distribuzione di flyer informativi sia all’interno della rete di condomini dell’associazione che nei 45 punti vendita a marchio Despar, Eurospar e Interspar presenti sul territorio della provincia di Venezia. La necessità di questo progetto nasce dal continuo aumentare delle truffe e delle effrazioni, in particolar modo a danno delle persone anziane, le quali rappresentano le vittime principali di questi fenomeni.

Per far fronte a questi reati, Aspiag Service, concessionaria dei marchi Despar, Eurospar e Interspar per il Triveneto, l’Emilia-Romagna e la Lombardia, rafforza ancora una volta il suo impegno sociale proseguendo, insieme all’Associazione ANACI, la collaborazione al fianco della Polizia di Stato perseguendo l’obiettivo di promuovere e sensibilizzare i cittadini al fine di prevenire e riconoscere gli episodi fraudolenti.
La campagna informativa “Insieme, contro le truffe” è stata presentata nella giornata di venerdì 22 marzo presso la Questura di Venezia e, mediante la diffusione di opuscoli informativi realizzati dalla Polizia di Stato, coinvolgerà il territorio dell’intera provincia. In particolare, la distribuzione dei flyer avverrà presso i condomìni gestiti dagli amministratori iscritti ad ANACI Venezia e attraverso la rete vendita di Despar, che si incarica della diffusione di oltre 50 mila copie di opuscoli informativi in tutti i 45 punti vendita (di cui 19 diretti e 26 affiliati) Despar, Eurospar e Interspar della provincia di Venezia.
Gli opuscoli rappresentano un modo per diffondere in maniera capillare il messaggio, fornendo informazioni utili e ricordando i numeri d’emergenza a cui rivolgersi per denunciare una truffa, stabilendo un collegamento diretto con le forze dell’ordine. La campagna contro le truffe, ideata da Aspiag Service e dalla Questura di Venezia e portata avanti grazie al sostegno dell’Associazione ANACI di Venezia, rappresenta la continuazione del percorso di collaborazione tra la concessionaria del marchio Despar e la Polizia di Stato, che negli anni continua a essere un esempio di sinergia tra il settore privato e le istituzioni pubbliche per garantire la sicurezza e la tutela dei cittadini.

Il Questore della Provincia di Venezia, Gaetano Bonaccorso, in merito a questa campagna informativa di “Insieme, contro le truffe”, ha dichiarato: “La Questura di Venezia anche quest’anno ha il piacere di rinnovare il proprio sostegno ad Aspiag Service in questa importantissima campagna con la quale si tocca una problematica, come quella delle truffe e dei raggiri ai danni di tutti i cittadini, ma ancor più delle persone anziane, della quale, proprio in quest’ultimo periodo, si è osservata una recrudescenza. Una sinergica e costante collaborazione tra imprese ed Istituzioni può contribuire a concretizzare un’incisiva azione di contrasto a tale fenomeno, agendo soprattutto sulla prevenzione con un’attività di sensibilizzazione e di informazione rivolta a tutti i cittadini, ed in particolare alle persone che appartengono alla fascia di popolazione più fragile ed indifesa come quella degli anziani i quali, quando scoprono di essere stati raggirati, si trovano a dover affrontare non solo le conseguenze negative del danno economico, ma anche, e soprattutto, quelle emotive. Grazie a questa importante e rinnovata collaborazione tra Aspiag Service e la Polizia di Stato, con il prezioso sostegno dell’Associazione ANACI di Venezia, la Questura di Venezia, sostenendo come partner attivo tale progetto, si propone di rinnovare il proprio impegno, affinché la lotta a tale spregevole fenomeno possa risultare più efficace nella misura in cui viene perseguita ed affrontata con la collaborazione ed il sostegno delle imprese, con il fine di creare un legame sempre più stretto e profondo tra le forze dell’ordine e la comunità“.

Alle dichiarazioni del Questore si sono aggiunte quelle di Giovanni Taliana, Direttore Regionale di Aspiag Service Despar per il Veneto: “Anche quest’anno siamo orgogliosi di confermare il nostro impegno a favore di questa significativa iniziativa, promossa in collaborazione con le sette Questure del Veneto, tra cui appunto la Questura di Venezia, e l’Associazione ANACI. Attraverso il supporto della Polizia di Stato e la diffusione di materiali informativi nei condomini e nei nostri punti vendita (160 in tutta la Regione, di cui 45 nella sola provincia di Venezia), abbiamo l’opportunità di offrire un aiuto tangibile ai cittadini, sensibilizzando e informando la comunità sulla prevenzione e sul riconoscimento delle truffe, soprattutto nei confronti delle persone più vulnerabili. Grazie alla nuova sinergia con ANACI, possiamo raggiungere ora un pubblico ancora più vasto e mettere a disposizione degli strumenti utili per la protezione individuale. Invito calorosamente tutti i cittadini a partecipare attivamente a questa iniziativa e a segnalare eventuali casi sospetti alle autorità competenti”.

“Sempre più spesso, soprattutto le persone anziane, sono esposte al rischio di truffe da parte di soggetti scaltri e senza scrupoli – ha affermato, infine, Sebastiano Barbassi, Presidente ANACI Venezia – L’informazione è sempre la miglior arma. Usiamo gli ambienti condominiali come zona di informazione mirata e specifica. ANACI Venezia si batte da molti anni contro il degrado urbano che attanaglia in particolare i fabbricati in città. I nostri associati sono istruiti per dare informazioni utili per ridurre al minimo i rischi. La tutela degli ingressi, la sensibilizzazione al controllo del vicinato, la realizzazione di impianti di video sorveglianza possono prevenire molti eventi potenzialmente pericolosi. Facciamo un plauso a coloro che fortemente hanno voluto questo evento a cui abbiamo aderito molto volentieri”.
[o.m][c.s]

Ultime notizie

Dello stesso autore