31.3 C
Portogruaro
lunedì , 15 Luglio 2024

Venezia, prosegue la campagna di sensibilizzazione contro il fenomeno dei borseggi

11.07.2024 – 13:03 – Proseguono incessanti i servizi straordinari di controllo del territorio svolti dalla Polizia di Stato di Venezia, finalizzati al contrasto del fenomeno dei borseggi nel centro storico di Venezia, in particolare durante questi mesi estivi, dove la città lagunare risulta ancor più interessata da un notevole afflusso di turisti e viaggiatori. Nella giornata di mercoledì 10 luglio, infatti, è stato effettuato un mirato servizio di polizia finalizzato a prevenire tale tipologia di reato predatorio nei pressi di Piazzale Roma e della Stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia coordinato dal Commissariato di San Marco, con la collaborazione dell’Arma dei Carabinieri e personale della Questura di Venezia e della Squadra Mobile. All’esito di tale attività, non solo è stata rafforzata la vigilanza dei luoghi della città lagunare che di solito sono maggiormente interessati da tale fenomeno predatorio, ma personale della Squadra Mobile di Venezia, è riuscito ad intercettare nei pressi della Stazione Ferroviaria due cittadine straniere che, con fare sospetto, stavano osservando gli effetti personali ed i bagagli di alcuni turisti.

Le stesse, alla vista degli operatori, cercavano di dileguarsi tra la folla, ma venivano prontamente intercettate e condotte presso gli Uffici della Questura, dove all’esito dei controlli di rito, le stesse risultavano gravate da numerosi precedenti specifici contro il patrimonio, e pertanto nei loro confronti veniva notificato il provvedimento di Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Venezia per la durata di 3 anni.

Tale risultato, pertanto, va ad aggiungersi a quelli conseguiti in questi ultimi mesi nell’ambito della lotta al fenomeno dei borseggi in centro storico, a conferma del sempre maggior impegno profuso dalla Polizia di Stato per contrastare tale fenomeno in centro storico, in particolare nei giorni maggiormente caratterizzati dalla presenza di turisti italiani e stranieri che affollano le calli della città, con il rischio di divenire facile preda di borseggiatrici.

I due provvedimenti emessi nella giornata di mercoledì si aggiungono infatti alle ulteriori misure di prevenzione di tal tipo irrogate dal Questore dall’inizio di giugno, che hanno permesso di incrementare il livello di sicurezza complessivo della città rispetto a tale specifica tipologia di reato, attraverso l’irrogazione nel mese di giugno di quest’anno di 26 Fogli di Via obbligatori ( in aumento rispetto ai 23 Fogli di Via Obbligatorio irrogati nello stesso periodo del 2023) a conferma del sempre maggiore impegno in campo profuso dalla Polizia di Stato di Venezia nel contrasto a tale fenomeno.

Inoltre, sempre nell’ambito dell’attività di prevenzione e contrasto a tali tipologie di reati, è proseguita anche nella mattinata di mercoledì 10 luglio, in prossimità del Ponte di Rialto, la campagna di sensibilizzazione realizzata dalla Questura di Venezia con la collaborazione della Sezione polizia Ferroviaria di Venezia sul fenomeno dei borseggi, nonché sulle truffe ordite attraverso il gioco delle c.d. “tre scatolette” rivolta ai cittadini ed ai turisti in visita alla città lagunare.

Come già avvenuto nella giornata di sabato 6 luglio scorso presso la stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia, anche in questa occasione è stato allestito uno stand presso il quale gli operatori di polizia hanno distribuito opuscoli informativi in lingua inglese con consigli ed informazioni utili su come evitare di cadere vittima di borseggi e di truffe ad opera dei c.d. “scatolettisti”.

Anche nella giornata di ieri, il personale della Questura di Venezia è stato a completa disposizione dei numerosissimi turisti italiani e stranieri per fornire consigli e rispondere alle domande nonché dei negozianti della zona i quali, interessati e compiaciuti per l’iniziativa intrapresa, si sono avvicinati allo stand.

[c.s.] [c.c.]

Ultime notizie

Dello stesso autore