6.6 C
Portogruaro
venerdì , 2 Dicembre 2022

La soffitta, lo spazio in più da tenere in ordine

14.09.2022 – 11.22 – Avere una soffitta, una cantina o una mansarda a disposizione per sistemare le cose in eccesso in casa è davvero una fortuna, quel punto di forza in più che spesso fa lievitare anche il valore economico di un appartamento.
Il rischio è quello di avere a disposizione uno spazio in più e di non riuscire a mantenere l’ordine: le cose vengono stipate senza un senso ben preciso, con la conseguenza di non trovare mai quello che serve all’occorrenza.
Da qui nasce l’esigenza di avere un ambiente extra che sia ordinato, dove dalle derrate alimentare agli attrezzi per il bricolage tutto è riposto con cura e precisione.
Vediamo nel dettaglio quali sono gli accorgimenti per sfruttare davvero lo spazio in più.
Negli anni gli oggetti accumulati possono essere tanti, capita spesso di pensare questa cosa non mi serve adesso, però magari… e poi passano gli anni!
Il primo consiglio è quello di essere realisti e di buttare tutto quello che non è stato usato e non verrà mai usato. Si può pensare a una selezione accurata tra gli oggetti inutili, quelli ai quali si è legati affettivamente e quelli che possono essere riletti in una nuova chiave d’uso.

Una volta fatta la cernita, ciò che si è deciso di tenere, può essere riposto in comodi sacchetti di plastica o carta: sul sito di Rajapack è possibile acquistarli di diverse dimensioni, molto utili anche per proteggere le merci dall’umidità, dalla polvere e dagli animali o insetti che potrebbero trovarsi in mansarde o cantine.
Un passaggio importante nel mettere ordine, è quello di sfruttare lo spazio anche in altezza, montando delle mensole o delle scaffalature facili da installare.
Sulla superficie in verticale possono essere sistemate scatole di cartone o di plastica, la cosa importante è etichettarle per riconoscere sempre il contenuto, soprattutto se si tratta di scatolame da cucina.
Ricorrere, però, a scatole di diverse dimensioni non è la scelta giusta: in questo caso meglio scatole più piccole, più maneggevoli e facili da gestire.

Gli oggetti possono essere disposti in base all’uso, al periodo dell’anno o in base alla scadenza. Quante volte cercando qualcosa in cantina, ci si accorge di cibo scaduto da anni?!
Inoltre, è bene poggiare gli oggetti più grandi e pesanti in basso, gli oggetti leggeri e fragili al centro, per evitare di farli cadere da un’altezza considerevole.
Le cose più delicate, come vecchi lampadari, vanno imballate con il materiale adatto, che sia pluriball, carta di giornale o gomma piuma, bisogna proteggere il vetro o la ceramica dagli urti.

Nell’organizzazione dello spazio, una cosa importante è lasciare sempre libero il passaggio per entrare e uscire e sistemare l’eventuale mobilio in modo da poter fare le pulizie.
Alla fine, se non si è ancora soddisfatti del risultato, si può procedere a un’ulteriore selezione, pensando, magari, di donare qualcosa a chi ne ha bisogno.
Prendersi cura dei propri spazi è un gesto d’amore verso sé stessi, il disordine genera stress, soprattutto quando, come accade spesso in cantine e mansarde, riponiamo oggetti che rappresentano i ricordi di una vita.

n.t.w.

Ultime notizie

Dello stesso autore