-0.4 C
Portogruaro
giovedì , 9 Febbraio 2023

2022, l’anno dei due cigni neri. Dal 20 gennaio 2023 parte l’operazione autonomia

24.12.2022 – 13.12 – Il caratteristico capello allisciato, il look giusto per affrontare l’epica corsa verso l’autonomia. Zaia tira le somme dell’anno, il 2022, dei due cigni neri: la crisi dell’energia e dei mercati che necessita “interventi rapidi e quantomai provvidenziali”. La conferenza di fine anno del governatore del Veneto colpisce per l’entusiasmo con il quale la regione si celebra e annuncia le mosse da prendere durante l’anno che verrà, il 2023. Quattro i grandi temi affrontati: l’autonomia del Veneto, il periodo pandemico, lo scoppio del conflitto tra Ucraina e Russia e il caro energia e materie prime (con una chiosa sulla pedemontana).
“L’autonomia è prevista dalla Costituzione – attacca Zaia – e il Veneto sente fino infondo la responsabilità” di questo impegno, che ha subito un paio di false partenze ma che ha avuto avvio nel 2017. “Staremo a vigilare – assicura il Doge – affinché il processo possa essere portato a compimento”. Il coup de théâtre: l’operazione, in questo senso, partirà il 20 gennaio 2023.

Un nuovo portale dedicato proprio a questo tema, un sito Internet destinato a essere il riferimento per comprendere e conoscere il progetto che porterà al regionalismo differenziato. “Il nuovo portale si propone di essere, a livello nazionale, il riferimento digitale aperto a tutti per capire quali siano le motivazioni nel richiedere le basi giuridiche che lo consentono – spiega – come si sviluppa l’impegno di chi in esso crede e lo sta portando avanti. Ogni domanda, riferimento legale, provvedimento, notizia aggiornata sul percorso, sarà rintracciabile in un click”. Il portale sarà il primo dedicato alla tematica nel panorama nazionale. E sarà raggiungibile all’indirizzo: autonomia.regione.veneto.it

24 febbraio 2022. Scoppia la guerra in Ucraina. Un equilibrio sconvolto, spiega Zaia, eventi “imprevedibili e non pianificabili” che hanno ribaltato il paradigma dei mercati e la vita delle persone, costringendo la regione a rivedere il sostegno alle imprese e ai cittadini. Attenzione agli imprenditori, quindi, e una manovra contro il caro bollette, già messa a regime. Zaia infine annuncia poi un’importante svolta per la sanità del Veneto, definendola “una pagina di storia”: l’inaugurazione del nuovo policlinico universitario di Treviso, per il quale sono stati investiti 50 milioni.

mb.r

Ultime notizie

Dello stesso autore