15.7 C
Portogruaro
domenica , 14 Aprile 2024

Stop allo stress. Alcuni rimedi facili e veloci per evitare il burnout

20.02.2023 – 13.00 – Sono sempre in corso esami, esercitazioni e lezioni nelle università e conservatori dove lo stress accompagna gli studenti 24 ore su 24.
Ma quali sono le conseguenze sugli alunni di questi ritmi frenetici? A manifestare un forte disagio psicologico sono nove studenti su dieci, lo sottolinea l’indagine promossa dalla Rete degli studenti medi, dall’Udu – Unione degli universitari e dal sindacato dei pensionati Spi-Cgil, intitolata ‘Chiedimi come sto’, che nel corso degli studi ha coinvolto in un solo mese trentamila studenti delle scuole superiori e universitarie su tutto il territorio nazionale. Il 60% di questi afferma di temere seriamente per la propria salute mentale.

Con il passare del tempo imparare a controllare e gestire lo stress frequente nei periodi più irrequieti, può essere utile ad evitare fenomeni di burnout, inoltre lo stress persistente aumenta i rischi di malattie croniche, alle quali il corpo è già più vulnerabile senza una sana alimentazione e una serie di abitudini fondamentali, come l’esercizio fisico.
E’ una ricerca alla Harvard Medical School a prestarci soccorso, redando una lista di consigli semplici e veloci per ridurre il nostro stress quotidiano:
-fare una pausa: è stato dimostrato come 150 minuti a settimana di esercizio di intensità moderata, compresa una rapida camminata di dieci minuti, possa avere importanti conseguenze per la salute e per decomprimere lo stress
-ridurre i rumori forti: con i rumori troppo forti, anche pensare diventa più difficile e la mancanza di consapevolezza innesca una rapida risposta di stress. Così consiglia allora il dott. Ramchandani: “se il rumore forte è inevitabile, forse perché proviene dai vicini, dal traffico o da qualcuno in casa o in ufficio, prova a indossare tappi per le orecchie o cuffie con cancellazione del rumore”.
-riprodurre una musica rilassante: a differenza del rumore forte, la musica piacevole può facilitare il rilassamento. Sforzandoti di rimanere concentrato sui suoni e lasciandoti coinvolgere dalle melodie, potrai sfruttare la musicoterapia per abbattere lo stress in un lampo.
-fare esercizi di rilassamento: controllare il proprio respiro attraverso appositi esercizi di rilassamento, è fondamentale per abbassare gli ormoni dello stress, rallentando la respirazione e riducendo la frequenza cardiaca. Un esercizio basilare ma molto efficace, secondo il consiglio del dottor Ramchandani, è respirare lentamente e profondamente per una decina di volte, oppure provare un esercizio di immaginazione: “immagina di essere nel tuo luogo di vacanza preferito, forse la spiaggia o nella natura-  suggerisce il dottor Ramchandani -. Immagina tutte le sensazioni che proveresti lì, come la vista e il suono delle onde, l’odore dell’oceano e la brezza che ti sfiora la pelle. Tieni questa immagine per alcuni minuti e nota l’effetto rilassante.”
-usare la risata: la risata è stata definita ‘jogging interno’ dal Dottor William Fry e può fornire una fonte di guarigione importante. Essa riduce infatti gli ormoni dello stress e diventa un’espressione di gioia ed ottimismo.
-parlarsi in modo positivo:  evitare l’auto-criticità può avere conseguenze enormi sulle nostre menti. Lodarsi, con espressioni come “Puoi farcela”, “Sei intelligente e forte” o “hai già fatto cose più grandi”, può contribuire a ridurre enormemente lo stress.
-fare stretching: i tuoi muscoli si irrigidiscono sotto stress, perciò un consiglio da tenere in mente è quello di alleviare la tensione praticando esercizi di allungamento.
“Mentre sei seduto o in piedi, inspira, alza le braccia sopra la testa, intreccia le dita, allunga, rilascia le dita ed espira mentre abbassi le braccia su ciascun lato. Ripeti tre volte”, dice il dottor Ramchandani.
-chiedersi se è davvero importante: chiederti se la causa del tuo stress avrà importanza tra un anno o due, o se valga la pena affrontare i problemi di salute che lo stress può causare, aiuta enormemente a mettere le cose in prospettiva.
-chiedere aiuto: ultimo ma non meno importante è ricordarsi di chiedere aiuto. Farsi ascoltare da un amico, un familiare o da un professionista e raccontare così le proprie preoccupazioni, permette di alleggerire il carico di preoccupazioni quotidiane.

[m.g]

Ultime notizie

Dello stesso autore