23.1 C
Portogruaro
sabato , 20 Luglio 2024

Nuova Centrale Operativa Suem 118 a Padova: investimento da oltre 1 milione di euro

13.03.2023 – 13.00 – Venerdì 10 marzo è stato inaugurata la nuova Centrale Operativa del Suem 118 dell’Azienda Ospedale Università di Padova dall’Assessore regionale alla Sanità, Manuela Lanzarin, alla presenza del Direttore Generale Giuseppe Dal Ben.
Colosso di di tecnologia e organizzazione, la Centrale è stata realizzata con un investimento di 1 milione 600 mila euro, ripartito in circa 868 mila euro per i lavori e circa 731 mila per progettazione, arredi e attrezzature. Questi finanziamenti sono stati reperiti dalla Regione all’interno dei fondi stanziati a livello nazionale per potenziare le strutture sanitarie in relazione all’emergenza Covid.
In occasione dell’inaugurazione è stata inoltre consegnata un’ambulanza, donata  dall’Enav, di cui era presente l’amministratore delegato, Paolo Simioni.

“La nostra sanità – ha detto la Lanzarin – è sempre in movimento. In questo caso sono stati usati al meglio i fondi nazionali che ci sono arrivati per il Covid, mai come in questo caso opportuni, perché legati all’emergenza che è sempre stata un fulcro della sanità, ma in tempo di pandemia ha dato tantissimo in termini di organizzazione e di coraggio degli operatori ai quali deve andare il giusto riconoscimento economico per la complessità del lavoro che svolgono. Li ringrazio tutti, uno per uno, i nostri dipendenti come i volontari delle tante Associazioni che hanno fatto parte della squadra”.
Nel 2022 gli operatori della centrale hanno gestito 194.839 chiamate (533 al giorno), sfociate in 94.307 missioni di soccorso (258 al giorno) e in 3.767 trasporti secondari (10 al giorno). A questo si aggiungono i 322 trasporti di neonato critici, i 392 connessi alle attività di trapianto e i 138 trasporti intraospedalieri di pazienti critici.

“L’Emergenza-Urgenza – ha aggiunto la Lanzarin – è un tassello fondamentale di ogni organizzazione sanitaria che si rispetti, e oggi sta vivendo momenti di difficoltà in tutta Italia legati alla carenza di personale. Per risolverla – ha concluso – ci stiamo muovendo in molte direzioni, con azioni in sede regionale e con un intenso lavoro a livello nazionale per garantire la sicurezza dei pazienti e dei lavoratori e per favorire un clima di lavoro sereno”.

[m.g]

Ultime notizie

Dello stesso autore