16.2 C
Portogruaro
domenica , 26 Maggio 2024

Luigi Giardini: è scomparso un ‘luminare dell’Agronomia’

20.09.2023 – 09.10 – Luigi Giardini, nato a Bagnacavallo in provincia di Ravenna nel 1938, si è laureato in Scienze Agrarie all’Università di Bologna. È stato in seguito Professore incaricato di materie agronomiche varie presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Padova e anche Direttore dell’Istituto di Agronomia generale e Coltivazioni erbacee sempre dell’Università di Padova. Inoltre, Luigi Giardini ha ricoperto il ruolo di presidente dell’European Society for Agronomy, essendo anche componente del Consiglio Superiore dell’Agricoltura e consulente del Ministero dell’Ambiente. La sua carriera tuttavia non si è esaurita qui, diventando anche consulente di alcuni Assessorati Regionali e di Enti pubblici, oltre che direttore dell’Azienda Agraria Sperimentale dell’Università di Padova. Luigi Giardini è stato anche scrittore, autore di numerose pubblicazioni scientifiche incentrate su vari temi, quali i problemi relativi all’irrigazione, al drenaggio, ai sistemi culturali (convenzionali, biologici, integrati, biotec e bioenergetici), nonché alla fertilizzazione, al diserbo e all’agronomia ambientale (vocazioni colturali, rilasci di nutrienti e fitofarmaci, qualità delle acque irrigue). Una figura che ha sicuramente fatto la differenza nel panorama dell’agraria, grazie ad una preparazione agronomica attentamente approfondita mediante un’attività didattica instancabile e una ricerca costante, il tutto affiancato da una solida attività professionale che lo ha visto coinvolto non solo a livello nazionale, ma anche internazionale.
La scomparsa del professor Luigi Giardini ha lasciato un profondo vuoto dietro di sé, venendo a mancare lunedì 18 settembre all’età di 85 anni. Come sostiene infatti il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, nel suo cordoglio: “Con la scomparsa del professor Luigi Giardini, il mondo agrario perde un riferimento non solo nazionale, un vero luminare dell’Agronomia che con il suo insegnamento e le sue pubblicazioni ha dato un contributo di alto profilo e unico alla materia. Nella sua carriera, che lo ha visto dal 2009 al 2010 anche alla direzione dell’Azienda Agricola Sperimentale dell’Università di Padova, si è sempre rivelato non solo uno studioso di elevate qualità ma anche un vero maestro per gli studenti”. Il Presidente continua poi ricordando le impressioni che Luigi Giardini aveva lasciato in lui quando lo aveva incontrato: “Lo ho conosciuto come esimio professore di Agronomia – conclude il Governatore – e ho sempre conservato il ricordo di come sapesse trasmettere il suo sapere con grande passione. Lascia certamente un vuoto tra gli addetti ai lavori e tra coloro che a migliaia si sono formati sui suoi libri. In questo momento formulo le più sentite condoglianze ai familiari e a lui invio un pensiero”.
[o.m]

Ultime notizie

Dello stesso autore