14.7 C
Portogruaro
giovedì , 18 Aprile 2024

Confcommercio Portogruaro – Bibione – Caorle chiede interventi risolutivi per la S.P. 59

22.02.2024 – 10.10 – Confcommercio Portogruaro – Bibione – Caorle ha predisposto una lettera che è stata inviata alla Città Metropolitana di Venezia qualche giorno fa e che riguarda il tema della messa in sicurezza della S.P. 59, la provinciale San Stino – Caorle. La lettera è stata poi sottoscritta dal Presidente Mandamentale, Manrico Pedrina, dal Presidente Confartigianato Mandamento Portogruaro, Luca Geronazzo, dal Presidente CNA Metropolitano di Venezia, Giancarlo Burigatto, dal Presidente Federazione Provinciale Coldiretti, Tiziana Favaretto, e dal Presidente Confederazione Italiana Agricoltori Venezia, Federica Senno. La missiva chiama in causa la Provinciale S. Stino – Caorle, considerata troppo pericolosa e che, qualche giorno dopo l’invio della lettera stessa, più precisamente domenica 18 febbraio, è stata tragico teatro dell’incidente mortale che ha coinvolto un giovane di 19 anni.

Le Associazioni di Categoria evidenziavano in questa missiva come gli interventi “tampone” eseguiti finora sulla S.P. 59 siano sempre risultati non risolutivi del dissesto del manto stradale che pare essere causato dal continuo cedimento del fondo sottostante la carreggiata.
“A chi scrive – si legge nella nota inviata al Sindaco Metropolitano – sembra che il problema delle condizioni della SP 59 possa essere risolto solamente attraverso un’azione radicale“. I rappresentanti delle Associazioni di Categoria evidenziavano anche che, oltre al problema della sicurezza per residenti, alla guida di auto e motociclette, per autotrasportatori e per i turisti, si aggiunge anche la questione del danno d’immagine arrecato alle località turistiche del Veneto Orientale, come Caorle ed Eraclea, per le quali la S.P. 59 rappresenta la principale o comunque una delle principali vie di collegamento con l’autostrada.
La missiva è stata inviata anche alle Amministrazioni Comunale di Caorle, San Stino di Livenza ed Eraclea per chiedere ai Sindaci di questi Comuni di sostenere la richiesta delle Associazioni di Categoria. Lunedì, sulla stampa, il Sindaco di Caorle, Marco Sarto, ha ricordato la lettera di Confcommercio e delle altre Associazioni di Categoria manifestando la volontà di aderire alla segnalazione alla Città Metropolitana.

Il Presidente di Confcommercio Caorle e Vicepresidente Mandamentale di Confcommercio Portogruaro – Bibione – Caorle, Corrado Sandrin, peraltro ha più volte segnalato alle Istituzioni il grave problema di sicurezza per chi circola sulla S.P. 59, da ultimo in occasione della Fiera dell’Alto Adriatico di fine gennaio 2024, durante la quale il tema è stato portato all’attenzione anche del Governatore del Veneto, Luca Zaia. Queste le parole del Presidente Sandrin a proposito di questa spinosa questione: “Voglio esprimere il cordoglio e la vicinanza alla famiglia del giovane Edoardo Bernardi, un’altra vita si è spenta tragicamente su questa strada così pericolosa. Non è più tempo per tentennamenti e rinvii: si deve agire subito e in maniera risolutiva. Questa parte del Veneto Orientale merita maggiore attenzione dal punto di vista infrastrutturale: oltre ad essere pericolosa, la S.P. 59 è un pessimo biglietto da visita per i turisti che a milioni affollano le nostre spiagge in estate”.
Anche tutti i presidenti delle Associazioni di Categoria firmatarie della lettera inviata al Sindaco Brugnaro (Manrico Pedrina, Luca Geronazzo, Giancarlo Burigatto, Tiziana Favaretto, Federica Senno) hanno voluto, infine, esprimere la propria vicinanza e le condoglianze alla famiglia di Edoardo Bernardi, auspicando che al più presto la Città Metropolitana di Venezia metta a disposizione le risorse economiche necessarie alla messa in sicurezza della provinciale.
[c.s][o.m]

Ultime notizie

Dello stesso autore