15.5 C
Portogruaro
venerdì , 14 Giugno 2024

Riapre domani l’antico Cimitero Ebraico al Lido di Venezia. Un luogo che sembra aver sospeso il tempo

25.05.2024 – 10:01 – Ha riaperto straordinariamente domenica scorsa 19 maggio l’antico Cimitero Ebraico al Lido di Venezia e sarà nuovamente visitabile domani, 26 maggio. La Comunità ebraica di Venezia in collaborazione con Opera Laboratori propone un ciclo di visite guidate, su prenotazione, da maggio a settembre per scoprire un luogo ricco di grande fascino e di memoria, uno dei cimiteri più antichi al mondo, tra le prime testimonianze della presenza ebraica nella città lagunare. A completare la visita anche l’ultimo libro di Dario Calimani, docente e critico letterario italiano che riveste il ruolo di presidente della Comunità Ebraica di Venezia, dal titolo: “L’antico cimitero ebraico al Lido di Venezia/The Ancient Jewish Cemetery on the Lido of Venice”. Il volume edito da Sillabe (120 pagine a colori in italiano e inglese, acquistabile al costo di 16 euro al bookshop del Ghetto oppure online Sito web casa editrice Sillabe) esprime riflessioni sulla storia e la memoria degli ebrei a Venezia, focalizzandosi sul Ghetto e sul cimitero ebraico del Lido sottolineando l’importanza delle tombe come testimonianza duratura della vita e della memoria umana.

Il Ghetto, nel Cinquecento e Seicento, rappresentò un vivace centro di vita e storia, nel Settecento e nell’Ottocento perse il suo splendore, mentre il Novecento è segnato dalla devastazione della Shoah. Tuttavia, oggi il Ghetto è tornato a vivere, e l’ebraismo è parte integrante della vita cittadina. Il cimitero del Lido, antico e moderno, racconta la storia dell’ebraismo veneziano in modo tangibile continuando a dialogare con la Comunità di Venezia e con la letteratura di tutti i tempi attraverso le parole dei suoi illustri visitatori partendo da Shelley e Byron. L’antico cimitero ebraico del Lido diventa così un’ambientazione letteraria ideale per scene d’amore e morte, per gli autori che rappresentano bene lo spirito romantico fino ad arrivare alle parole di Henry James, Benjamin Disraeli e Primo Levi. Un ricco apparato iconografico completa il volume che così si offre come una parentesi di approfondimento e di scoperta per il turista attento o per lo studioso appassionato di questi temi.

La nascita di questo luogo risale al 1386, quando il doge Antonio Venier concesse ad un nucleo di famiglie ashkenazite un vasto appezzamento di terreno di circa seimila metri quadri presso San Niccolò di Lido, isolato e fuori dai confini della città, da destinare a loro luogo di sepoltura.

Il cimitero si trova infatti vicino alla bocca di porto e in tempi di guerra era spesso attraversato dalle truppe che non solo danneggiavano le lapidi, ma si accampavano all’interno degli spazi cimiteriali arrecandone distruzioni. In epoca napoleonica venne poi utilizzato anche come cava e moltissime pietre tombali servirono per ricostruire il forte di San Nicolò e come basamento per i cannoni puntati verso il mare.

Ancora oggi il cimitero ebraico del Lido si offre ai visitatori con grande fascino e un’atmosfera che sembra aver sospeso il tempo in una memoria eterna che appartiene a tutti. Molte le lapidi recuperate infatti e più di mille, databili tra il 1550 e il primo Settecento, quelle catalogate grazie a un complesso lavoro di restauro finanziato da risorse pubbliche e private.

Le visite guidate proseguiranno per tutta l’estate altre otto giornate oltre i due appuntamenti di maggio: domenica 9 e 30 giugno, domenica 14 e 28 luglio, domenica 11 e 25 agosto, domenica 8 e 22 settembre con quattro turni di visita alle ore 10,30; 12; 14,30 e 16.

Punto d’incontro: Riviera San Niccolò, angolo via Cipro – 30126 Lido di Venezia. Il costo per la visita guidata, incluso il diritto di prenotazione è di € 17,00 a persona, € 15,00 per i bambini dai 6 anni in su e gli studenti fino ai 26 anni di età, € 12,00 riservato ai veneziani di nascita e/o di residenza

Per raggiungere il cimitero al lido di Venezia sono disponibili le linee 5.1, 5.2, 20 (fermata Lido S.M.E., pontile A). Linee 5.1, 5.2, 6 (fermata Lido S.M.E., pontile B) ; Linee 14, N (fermata Lido S.M.E., pontile C) ; Linee 1, 10, N (fermata Lido S.M.E., pontile D) ; Linea 10 (fermata Lido S.M.E., pontile E) ; Linea 14 (fermata Lido S. Nicolò M/N) ; Linea 17 (fermata Lido S. Nicolò N/T) ; Autobus linea A.

Proseguono dalla domenica al venerdì le visite guidate al Ghetto Ebraico di Venezia e ai suoi edifici storici grazie alle visite con app gratuita in lingua italiana, inglese, francese, tedesca e spagnola e ai tour guidati in italiano e in inglese con partenza ogni ora dalle 10 alle 17. È possibile prenotare, inoltre, visite private in esclusiva alla Scola Spagnola, alla Scola Levantina, alla Scola Italiana restaurata e riaperta di recente e al midrash Cohanim.

[c.s.] [c.c.]

Ultime notizie

Dello stesso autore