9.8 C
Portogruaro
giovedì , 18 Aprile 2024

Venezia: Marco Polo rivive nell’arte contemporanea

27.02.2024 – 10.20 – L’annuale celebrazione artistica della fondazione di Venezia, la quale in questo 2024 festeggia i suoi 1603 anni, torna con un omaggio a Marco Polo. Infatti, l’associazione NEXT ART ha deciso di dedicare il tema di quest’anno a uno dei più grandi viaggiatori di tutti i tempi, onorando così anche i 700 anni dalla sua morte, avvenuta l’8 gennaio del 1324. Lasciandosi ispirare dalla figura di Marco Polo e dalla sua storia, l’edizione 2024 delle celebrazioni di NEXT ART proporrà il tema del viaggio, inteso tanto come scoperta e incontro con mondi nuovi, quanto come un percorso alla ricerca e alla riscoperta di se stessi. Gli artisti che esibiranno le loro opere saranno 20 e ognuno proporrà la propria visione del grande viaggiatore attraverso dipinti, sculture e disegni. Ogni artista, infatti, si è immedesimato nella figura di Marco Polo, cercando di catturare frammenti della sua essenza e provando ciascuno, a modo proprio, di raccontare un aneddoto o un aspetto unico della vita di questo personaggio, che è stato anche scrittore, ambasciatore e mercante.

La collezione di opere che vedono protagonista Marco Polo sarà visitabile dal 25 marzo, giorno della fondazione di Venezia, fino al 25 aprile, giorno del Santo Patrono della città. Tutti i lavori sono esposti in due diverse location: 10 opere sono custodite all’interno della sala espositiva dell’Hotel H10 Palazzo Canova e 10 all’interno degli spazi di Ca’ Pier, un’affascinante residenza del 1300 affrescata dal Cherubini. Entrambe le inaugurazioni avranno luogo in data 25 marzo, prima presso il Palazzo Ca’ Pier a Santi Apostoli e poi presso il Palazzo Canova H10, con vista sul Canal Grande (fronte Ponte di Rialto). A prendere parte all’inaugurazione ci saranno invitati esclusivi, che avranno l’opportunità di interagire con gli artisti e ammirare le loro opere, nonché di “dialogare” con Marco Polo, interpretato da Danilo Lazzarini, attore e consulente storico veneto che ha verificato l’attinenza storica delle opere della collezione. Per l’occasione sarà presente anche la dott.ssa Elena Cesca di “Via delle Spezie”, che parlerà dell’influenza che il viaggiatore veneziano ha avuto nella repubblica, in tutto il dogado e oltre.

L’esperta in spezie, inoltre, terrà un seminario intitolato “UN TÈ NELLA SERENISSIMA” il giorno 14 aprile, un’esperienza sensoriale che offrirà ai partecipanti anche informazioni storico-culturali. L’iniziativa si propone di far rivivere alle persone le affascinanti tradizioni orientali che hanno accompagnato Marco Polo nei suoi viaggi, e che sono state poi fonte di contaminazione culturale a tutti gli effetti grazie al suo ritorno a Venezia e soprattutto grazie agli scambi commerciali resi possibili dalla Via della seta.
Le iscrizioni saranno aperte dal 25 marzo sul sito www.associazionenext.it.

“L’Associazione NEXT ART celebra Venezia per la sua fondazione e lo fa assieme a degli artisti provenienti da più parti del mondo – spiega il presidente Daniele Cellini – aver scelto Marco Polo come tema, per i suoi 700 anni dalla scomparsa, ci rafforza come identità culturale: un esponente tra i più significativi e fra i maggiori rappresentanti della sua vocazione internazionale, un uomo che ha intrapreso uno dei più avvincenti viaggi della storia, tra Europa e Oriente, destinato a lasciare un segno indelebile nei rapporti tra i popoli ed è proprio da qui che gli artisti hanno elaborato le proprio opere originali, trasformando la mostra in una collezione unica al mondo, la sola di opere contemporanee dedicate a Marco Polo“.

Gli artisti in esposizione saranno: Stefania Melis (Veneto), Cinzia Ciciliato (Veneto), Cristina “Crilù” Meotto (Veneto), Nicole Battiston (Veneto), Stiven Frare (Veneto), Valentina Vendrame (Veneto), Serena Dominuco (Veneto), Giuliana Santoro (Veneto), Francesca Richichi (Veneto), Mariangela Baraldi (Veneto), Arianna Favaretto (Veneto), Beti Cotic, (Slovenia), Germana Snaidero (Fvg), Lucia Zamburlini (Fvg), Cecilia Prete (Piemonte), Simona Dragomir (Romania), Alejandro Bassi (Ecuador), Boris Veliz (Colombia), e fuori concorso il presidente dell’Associazione NEXT Daniele Cellini (Veneto), Simone De Bortoli (Fvg), consigliere NEXT Art, e Lorenzo Tommasoni, artista fotografo con la tecnica Pin Hole. La mostra, dunque, assumerà indubbiamente un carattere internazionale.
L’organizzazione, inoltre, collabora con l’Atelier Castaldi, una galleria d’arte che selezionerà uno degli artisti dell’esposizione per portarlo nei propri spazi in centro a Portogruaro (VE). A ciò si aggiungerà anche un premio speciale, ovvero una statuetta in vetro consegnata dalla location Ca’ Pier direttamente a un artista, e la presenza di appassionati compratori, amici dell’associazione NEXT ART, sempre presenti alle inaugurazioni e pronti ad acquistare opere di pittori e scultori anche emergenti.

Il premio di quest’anno è stato realizzato in onore di Luigi “Kiko” Checchini, definito l’anima e il promotore delle celebrazioni del 25 marzo in Venezia. Data la sua recente scomparsa, NEXT ART  ha deciso di omaggiarlo con la statuetta in vetro in suo onore: “un leon in moeca con la scritta “Dalla Tradizione Il Futuro”, filosofia che il compianto Kiko portava avanti con i suoi festeggiamenti – comunica il fratello Carlo – sostenendo molte realtà che, con un piede nella tradizione, sono sempre pronte a fare un passo in avanti. Il premio creato contribuirà a mantenere vivo il ricordo di una persona che amava la sua città in maniera folle e smisurata, premiando chi, con lo stesso spirito, contribuirà con la propria arte per Venezia. Ringraziamo anche l’artista Simone De Bortoli dell’Associazione NEXT che mette la firma al Leon in Moeca”.
[o.m]

Ultime notizie

Dello stesso autore